Fotografia

metropolitan_m_adinapuglieseLo sguardo prolungato e l’attenzione per il particolare

 

 

 

CIBO E SPINE

cibo_e_spine_adinapuglieseIl cibo degli è tra le spine, basta saperlo afferrare

 

 

 

 

 

PEZZO DI TERRA

pezzo_di_terra_adinapugliese

 

 

 

 

 

 

FRAMMENTI DI ME #cancer

Le acrobazie della mente, l’ebbrezza dell’aria, la complicità con le persone, e relazionandomi al quotidiano, fisso l’immagine in cui mi rifletto. Con una coscienza sviluppata, le idee trovano le possibilità di svolta per una visione nuova dell’istante vissuto. Registro lo specchio di me nell’insieme, costruendo quella che sono oggi, forse, migliore di ieri.

 

GERMOGLIARE

La realtà segreta dell’oggetto materializzato si cela all’evidenza  l’evoluzione compiuta per il raggiungimento del prodotto finale non è visibile a occhio nudo.

Ci vuole la conoscenza della preziosità del tempo per vedere fiorire i germogli, aria buona e specifico nutrimento per germogliare.

 

LABIRINTI METALLICI

Ci sono luoghi interdetti al passaggio degli estranei, luoghi di un privato lavorativo, dove sono di casa il sudore e la fatica; dove le vie sono tunnel, labirinti metallici, e i corpi si muovono su griglie incrostate da continuo andirivieni degli uomini. Il flusso della giornata scorre come linfa, dentro i tubi d’acciaio. Non vi è ruggine sulle forme, solo residui del duro lavoro, tracce del “qui è avvenuto!”. E. Mentre la produzione avanza, il pensiero vaga verso la provenienza della luce.

 

EMERSO DA UN PROFONDO NON MOLTO PRO-FONDO

personale

La capacità della vista di suggestionare uno spirito è beneficio mutevole e notevole, quadruplo, quando l’incanto coinvolge anche gli altri sensi; il Mare. E’ la forza dell’immensità dello spazio che interessa chi naviga in altomare.

 

IMPRESSIONI ANNACQUATE

Immergere – pienamente – i pensieri – nel profondo – scorrere dell’acqua – tracimante

Visioni con il sole in una mattina di marzo, mentre i pensieri si rendevano liquidi rispetto alla concettualità del giorno. Esercizio per non affogare

 

FRAMMENTI DI ME 

In questo momento vivo un momento fondamentale lo voglio sottrarre al flusso del tempo. Dovremmo quindi puntare l’obiettivo sull’anima e non sul volto.

 

I FILI E LA CITTÀ

26 aprile 2010. L’Aquila

Così viaggiando nel territorio di Ersilia incontri le rovine (…) senza le mura che non durano, senza le ossa dei morti che il vento fa rotolare: ragnatele di rapporti intricati che cercano una forma.

Le città e gli scambi. Italo Calvino

 

ÉTERAS E PASQUALE VERRUSIO 

Un pomeriggio in cui il tempo sembra di un altro tempo…

 

PONTE VILLA S. MARIA 2006

Ipotesi d’intervento di riqualificazione d’immagine del ponte di Villa Santa Maria

“Effimero e Spettacolare”

 

NUDITÀ 1991

“Non resta che fare la cosa più semplice per noi che ci specchiamo (…) costruirci fuori, sopra, sotto, forzare, appiattire, sedurre, sedurre l’immagine di noi stessi. Soffocarla, soppiantarla, ironizzarla, accattivare le sue sembianze, rincorrere i suoi segmenti, e così all’infinito.”

Debora De Gregorio

 

Adina Pugliese

Un suggerimento. Piccole tracce. E. Come l’evoluzione dell’idea si è sviluppata, si manifesta davanti a noi. Lasciandoci stupiti?! Lasciandoci indifferenti?! Lasciandoci un’emozione! Altra. Rispetto alla normale visione del mondo. Altra. Rispetto alla quotidiana visione. Altra. Rispetto alla logica.

Abruzzo - ITALIA

Accesso

Note legali